Dopo vent’anni a Lecce abbiamo un’opportunità: considerare concluso un lungo ciclo di governo.
Abbiamo l’ambizione di fare cose nuove, con parole nuove, con facce nuove, per innalzare il livello di benessere di tutti i leccesi.
Diffondete la notizia: stavolta tutto è possibile.
Sentitevi protagonisti del cambiamento, partecipate attivamente, organizzate incontri, raccontate la nostra storia.

L’AGENDA DEL CAMBIAMENTO

Dopo vent’anni abbiamo la possibilità di voltare pagina e di lavorare insieme per alzare il livello della qualità della vita e del benessere dei leccesi. Le nostre priorità sono le priorità dei cittadini e non sono promesse o spot elettorali. La sfida è migliorare la nostra città, non possiamo più rimandare è ora di farlo.

Scarica il Programma Completo

"I diritti dei deboli
non sono diritti deboli"

Al disagio sociale si risponde con l’inclusione, i sussidi non bastano. Perché nessuno resti indietro, bisogna ribaltare la logica dell’assistenzialismo e includere, possiamo farlo solo ponendoci la priorità assoluta di investire in modo diffuso e integrato sui servizi.

"Ogni individuo ha diritto
ad un alloggio adeguato"

Una città si vive abitandola, risiedendo in un alloggio, trovando ospitalità, avendo la possibilità di progettare l’acquisto di una casa, di pagare un affitto, di trovare accoglienza. Una città che non risponde alla domanda di casa è una città ingiusta, che non cresce, invecchia e si spopola.

"Non si può capire la città
senza utilizzare un trasporto pubblico efficiente"

La città migliora e cresce se investiamo sul trasporto pubblico, se garantiamo ai suoi cittadini, turisti e visitatori possibilità diversificate di spostamento per lavoro, studio e svago, se garantiamo a tutti la possibilità di muoversi in modo sicuro, piacevole e intelligente.

"Io sono un uomo politico
chiamato ad ascoltare le voci dei cittadini"

La città si amministra insieme ai suoi cittadini, scambiando con tutti loro conoscenza ed esperienza, cooperando: per rafforzare la cittadinanza attiva e il senso di comunità nella riappropriazione degli spazi pubblici, per non perdere mai di vista l’interesse pubblico nell’individuazione delle scelte.

"Lo sport è socialità, inclusione
riduzione delle disuguaglianze, educazione"

Lo sport è uno straordinario strumento di inclusione sociale, i cittadini esprimono una crescente domanda di sport, dobbiamo liberarla, soddisfarla in modo diffuso e nelle sue innumerevoli declinazioni: per riappropriaci degli spazi pubblici e, insieme all’associazionismo, promuovere iniziative importanti.

"Ogni vetrina che chiude
è un pezzo della città che scompare"

I negozi di vicinato sono il cuore della vita sociale della città, appartengono alla nostra identità: dal centro storico, ai quartieri residenziali e le marine, scandiscono la nostra vita quotidiana. Rigenerare il  piccolo commercio significa promuovere la qualità delle nostre piazze e delle nostre strade, con un trasporto pubblico adeguato, percorsi ciclopedonali e parcheggi.

"La cultura è parte integrante della civitas, non un corpo estraneo"

Per non essere solo un calendario di “eventi” che ci vede spettatori, la cultura deve essere un motore di crescita sociale ed economica della città; deve mettere in rete le idee per migliorare la città, costruire sinergie tra spazi, operatori, impresa, istituzioni scolastiche e della ricerca e generare lavoro.

"Università
È città"

Una città è universitaria quando sa accogliere i suoi studenti, rispondendo ai loro bisogni, quando sa valorizzare le competenze e generare lavoro, quando sa vivere i luoghi dello studio e della ricerca come spazi aperti all’incontro e lo scambio pubblico di saperi, quando è capace di scegliere il suo futuro.

"La città che consuma le sue risorse condanna se stessa"

Il futuro della città si gioca sul nostro benessere e sulla capacità della natura di rigenerarsi. Arrestare il consumo di suolo, l’erosione costiera e vegetazionale, migliorare il ciclo dei rifiuti e dell’acqua, ridurre i consumi energetici e l’inquinamento dell’aria, è ciò che di cui abbiamo bisogno per vivere una città sostenibile.

"La bellezza è il valore aggiunto delle trasformazioni del territorio"

Qualsiasi piccola o grande scelta che trasforma la città, che incide sulla tutela del nostro patrimonio storico, ambientale e paesaggistico, deve emergere da progetti nuovi, la cui ambizione prioritaria deve essere quella di innalzare la qualità dello spazio che viviamo: generare bellezza, armonia e legami di cittadinanza.

PARTECIPA ATTIVAMENTE ALLA CAMPAGNA

Lavoriamo uniti, diamo vita alla più ambiziosa campagna elettorale di strada mai fatta in città.
Non possiamo più rimandare, è ora di farlo insieme. Partecipa alla campagna come volontario.

Effettua una donazione

Info Personali

Dettagli Fatturazione

Puoi donare effettuando un bonifico al seguente IBAN:
IT95P0101016004100000016364

Intestato a:
D'Amico Stefano Antonio - Mandatario elettorale di Carlo Salvemini

Causale:
Contributo campagna elettorale di Carlo Salvemini

Totale Donazione: 2,00€