Lecce è il suo mare

Lecce è il suo mare

“Tutti gli interventi posti in essere dall’Amministrazione Comunale sulle marine leccesi non hanno mai risposto ad una logica organica ed unitaria che soddisfacesse le effettive esigenze del territorio…”. Questo è il bilancio scritto nero su bianco nella Delibera di Giunta Perrone del 25.11.2013, (Save the Coast Lecce), che testimonia 20 anni di governo inadempiente sulle marine leccesi. È ora di cambiare.

INFRASTRUTTURE PUBBLICHE

Nessun rilancio delle marine di Torre Chianca, Spiaggia Bella e Torre Rinalda, sarà mai possibile senza provvedere alla riqualificazione e completamento delle infrastrutture pubbliche. L’adeguamento e completamento delle reti idriche e fognarie, del sistema della viabilità, con marciapiedi e percorsi ciclo-pedonali alberati, del servizio di raccolta differenziata, di un sistema integrato di spazi pubblici, sono priorità non più rinviabili. Allagamenti, viabilità incompleta e mal progettata, scarsa manutenzione dei canali e assenza di servizi di pulizia e decoro, devono lasciare il passo alla cura e all’efficienza, per garantire nuovi investimenti dei privati.

UN PIANO DELLE COSTE

È urgente definire un progetto di litorale per riqualificare un paesaggio costiero di grande bellezza. Dobbiamo proteggere le dune, valorizzare i canali e il bacino dell’Idume, con percorsi ciclo-pedonali, migliorare l’accessibilità alla spiaggia e la visibilità del mare, valorizzare le torri costiere, disegnare un lungomare con piazze panoramiche e giardini pubblici e un itinerario naturalistico che dalle Cesine approdi a Rauccio. È necessario valorizzare l’impresa balneare e promuovere gli investimenti sul turismo, garantire regole trasparenti ed eque, per il rilancio del piccolo commercio e della ristorazione. Dobbiamo definire un sistema di parcheggi e servizi navetta, potenziando un trasporto pubblico diversificato. In 5 anni la Giunta Perrone non ha mantenuto gli impegni e non ha dotato il litorale leccese del Piano Comunale delle Coste, il più importante investimento pubblico sulle marine.

CULTURA E SPORT

Sulla costa leccese intendiamo recuperare il valore culturale e turistico delle Torri costiere e del Parco di Rauccio e, in collaborazione con le realtà associative e le pro loco, promuovere tutto l’anno iniziative culturali e di socializzazione basate sulla promozione dei prodotti tipici e del paesaggio, e spettacoli e cinema all’aperto nella bella stagione. Intendiamo poi valorizzare il potenziale che la costa esprime dal punto di vista della promozione degli sport. Già oggi la corsa e il ciclismo sono di casa sulla costa leccese: va migliorata la sicurezza dei ciclisti e dei podisti, in modo che possano frequentarle tutto l’anno senza pericoli. Vogliamo incentivare le realtà che si occupano di sport acquatici (surf, windsurf, vela, kite) ad avviare attività nelle nostre marine, per mettere a valore la risorsa del vento e fare in modo che per tutto l’anno da San Cataldo a Torre Rinalda la costa sia frequentata dagli sportivi.