Vocazioni e Visioni della Città

Lecce è una città che ha molte risorse: un importante patrimonio di storia e beni culturali, un ricco capitale di aree naturali, un importante patrimonio di aree agricole e antiche masserie che è indispensabile tutelare e rigenerare, è sede di un polo Universitario, è una meta turistica, è luogo di antiche e sapienti tradizioni artigianali e nuove vocazioni creative. Ma Lecce è principalmente una comunità di persone, con le loro aspettative, bisogni, desideri, energie. Insieme, cittadini, portatori di interesse e istituzioni devono lavorare per definire un programma di sviluppo futuro, di medio e lungo termine, per riattivare la crescita economica, rafforzare il ruolo della città nel suo territorio, nella sua provincia, fare rete con le vicine città di Brindisi e Taranto e valorizzare le proprie peculiarità, rinnovandosi per diventare più attrattiva e vitale su scala internazionale. La città cresce se mettiamo a valore i suoi punti di forza dentro un progetto di futuro sostenibile.

PAROLE CHIAVE: strategia, territorio, creatività, sviluppo, cultura, scuola, istruzione, università, commercio, ambiente, agricoltura, artigianato, manifatture, sport, turismo, innovazione, giovani.

Nei 18 mesi di governo abbiamo iniziato a:

Rafforzare le sinergie tra Lecce, Brindisi e Taranto per rilanciare la Terra d’Otranto:

  • Durante la sua amministrazione, il sindaco Salvemini ha incontrato i sindaci di Brindisi e Taranto per condividere l’avvio di sinergie tra i tre capoluoghi salentini, e la possibilità di una promozione verso l’esterno  più coordinata e aderente alle vere identità e vocazioni dei rispettivi territori. Cultura, turismo, infrastrutture, agroalimentare, industria e specializzazione dei nostri giovani, strategie di sostegno alle imprese locali, condivisione di bandi e risorse comunitarie, sostegno congiunto alle attuali iniziative regionali, sono i punti di condivisione sui quali lavorare nel futuro.

Creare nuovi itinerari turistici (Chiese Barocche), rafforzare l’identità e la percezione di luoghi (Marine, Castello, Apollo, Rudiae) e patrimonio immateriale (Festa di Sant’Oronzo), assegnare nuove funzioni (Piazza Libertini, Acquatina):

  • Il Castello Carlo V ha cominciato ad essere valorizzato e percepito dai leccesi come un pezzo fondamentale dell’identità cittadina. Con l’apertura della Porta Falsa ha cominciato ad essere attraversato, connettendo Piazza Libertini e viale XXV luglio. È stato poi aperto a visite guidate e ha ospitato mostre importanti, come quella del fotografo Elliot Erwitt, insieme ad iniziative legate alle arti della tradizione della città. La giunta Salvemini ha presentato a dicembre del 2018 un progetto di riqualificazione dell’area che circonda il Castello Carlo V, con il recupero dei fossati, la rigenerazione delle piazzette e la creazione di spazi di comunità;
  • Le Chiese Barocche sono state aperte continuativamente alle visite dei turisti dalla primavera del 2018, consentendo, con il progetto Lecce città Chiesa, la creazione di un itinerario turistico nuovo, che comprende Santa Croce, Santa Chiara, Duomo e San Matteo. Il progetto è stato realizzato grazie ad una virtuosa collaborazione tra Comune, Curia e Associazionismo;
  • Il patrimonio monumentale di più recente recupero ha cominciato ad essere aperto e fruibile alle visite: l’Anfiteatro di Rudiae, in attesa della conclusione del recupero archeologico ha ospitato spettacoli durante l’estate 2018; le Mura Urbiche e il Convento degli Agostiniani, in attesa del loro allestimento e gestione definitivi, sono state oggetto di aperture straordinarie al pubblico. Gli agostiniani ospiteranno da marzo una prima grande mostra interattiva sui dipinti di Van Gogh;
  • Il Teatro Apollo, inaugurato senza un progetto di gestione e senza agibilità dalla giunta Perrone, è stato messo a norma. Dal 2018 ospita, con il Teatro Paisiello, la stagione teatrale del Comune di Lecce, che ha portato in città spettacoli e attori di rilevanza nazionale e internazionale. Nel 2018 la stagione dedicata all’ironia ha registrato 5408 spettatori, favorendo con progetti specifici (promozioni, biglietto sospeso, “Vengo anch’io”) l’accesso a teatro di giovani, persone in difficoltà economica, bambini. È in corso la stagione 2019 “Abbattiamo i muri”;
  • Piazza Libertini è stata, per tutto il 2018, una delle più importanti arene musicali della Puglia. Dove prima la sera c’erano solo auto parcheggiate e parcheggiatori abusivi, si sono svolti i concerti di Bandadriatica e Boom da Bash, Antonello Venditti, Cosmo, Benji e Fede, Caparezza, Negrita, Gianna Nannini, Coez, Notte della Taranta (Antonio Castrignanò e Enzo Petrachi e Folk Orchestra), Fabrizio Moro; Battiti Live di Radionorba con i più grandi nomi della musica pop italiana, concerto poi ritrasmesso sulle reti televisive nazionali. Per la festa di Sant’Oronzo l’indimenticabile concerto di Renzo Arbore. Oltre ai concerti la piazza è stata sede di mercatini e iniziative sportive;
  • Con il nuovo Piano Comunale delle Coste si è definito un programma funzionale di medio periodo per il rilancio delle marine. Il Piano guarda, strategicamente, ad usi diversificati della costa: torri costiere, beni paesaggistici, cultura, ambiente e sport acquatici accanto al turismo balneare;
  • Frigole sarà riqualificata attraverso due progetti finanziati da bandi regionali per complessivi 2,5 milioni. Sarà riqualificato il lungomare, valorizzato il bacino di Acquatina per farne insieme all’Università e l’associazionismo un’area naturalistica aperta al turismo sostenibile, realizzata una rete di itinerari naturalistici lungo i canali della bonifica. Già nell’estate del 2018, per la prima volta il bacino di Acquatina  a Frigole è stato utilizzato per un uso sportivo aperto a tutti, con l’iniziativa Acquatina in Sup;
  • La Festa di Sant’Oronzo è tornata ad essere una bella festa di popolo e culturale, ricucendo il legame con la comunità cittadina, senza essere un trauma per il decoro della città. La festa è stata ripensata nel solco della tradizione, candidandosi a diventare in futuro un grande attrattore turistico e culturale;

Investire sulla qualità dello spazio pubblico e il commercio:

  • Piazza Libertini: avviato il percorso per assegnare una nuova funzione alla principale piazza che sorge accanto al Castello Carlo V, per valorizzarla e donarle maggiore decoro: la Piazza sarà un luogo accogliente e capace di ospitare mercatini di alta qualità, manifestazioni culturali, momenti di aggregazione e valorizzare la percezione del castello;
  • Nuovi regolamenti per valorizzare gli spazi pubblici: è stato redatto il regolamento per l’arredo dello spazio pubblico, dehors, per innalzare la qualità degli allestimenti delle attività commerciali, valorizzare l’impresa, senza compromettere il decoro, la fruizione e la percezione dei luoghi, piazze, slarghi, giardini pubblici; è stata avviata la redazione di un regolamento d’uso delle principali piazze e luoghi simbolici  della città, per rendere più efficienti le procedure per l’organizzazione di manifestazioni temporanee e definire parametri semplici per gli allestimenti temporanei;
  • Recepito lo studio preliminare per il Documento Strategico del Commercio, che fotografa l’esistente e ci consentirà di determinare il futuro commerciale della città secondo linee guida chiare: l’amministrazione Salvemini ha deciso di valorizzare il piccolo commercio e il commercio di vicinato;
  • Individuato il Distretto Urbano del Commercio (delibera approvata dal commissario pochi giorni fa): sarà il quadrilatero di Piazza Mazzini, un’area colpita particolarmente dalla crisi economica. Attraverso la partecipazione a bandi regionali quest’area sarà destinataria di investimenti per migliorare il decoro urbano, organizzare attività di promozione ed eventi, formazione degli operatori commerciali, comunicazione;

Promuovere una maggiore cooperazione tra ricerca e città: Università, scuole, Accademia e Conservatorio

  • Avviata, con un protocollo d’intesa, l’attività di governance condivisa tra Comune e Università del Salento. Un accordo che, per la prima volta, servirà a condividere azioni  tese a migliorare la governance urbana, collaborando attorno a temi strategici e di interesse comune. Da questa rinnovata collaborazione sono nate nuove progettualità in partenariato;
  • Le scuole e gli studenti della città protagonisti. Come deliberato  dal  Consiglio Comunale dei ragazzi è stato attivato lo sportello di ascolto per studenti con una consulenza psicologica per combattere il disagio giovanile, oltre ad azioni di educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico, di educazione stradale e laboratori sulla sostenibilità ambientale;
  • Collaborazione con Accademia e Conservatorio. Siglato un Protocollo d’intesa tra il Comune e l’Accademia di Belle Arti di Lecce finalizzato a promuovere un’azione organica e sistematica di conoscenza e valorizzazione del cospicuo patrimonio storico-artistico del territorio; siglata un’intesa con il Conservatorio di Musica “Tito Schipa”, per la programmazione congiunta e la realizzazione di iniziative culturali e musicali;

Promuovere una città più coesa e solidale:

  • Sottoscritto con le comunità religiose cittadine un protocollo d’intesa “per la programmazione e realizzazione di iniziative culturali, di conoscenza e di sensibilizzazione”. Obiettivo dell’accordo è riconoscere l’importanza del dialogo interreligioso, garantire l’esercizio dignitoso della pratica religiosa, favorire la conoscenza di tutte le realtà religiose presenti sul territorio e la convivenza reciproca nel rispetto delle diversità.
  • Lecce città amica dei bambini. D’intesa con Unicef, l’amministrazione ha avviato il progetto “Lecce città amica dei bambini”, con l’obiettivo di trasformare la città, mediante un Piano di Azione, in un luogo sempre più a misura di bambino. Il Progetto prevede azioni per il miglioramento della qualità della vita dei minori, la prevenzione al disagio e la tutela delle fasce deboli, con numerosi progetti e iniziative di coinvolgimento delle comunità scolastiche.
  • Investimento nel social housing per venire incontro al bisogno di casa. L’Ex Galateo, grazie a un protocollo sottoscritto con la Regione Puglia, Arca Sud, Puglia Valore Immobiliare e Soprintendenza, ha un progetto di futuro: la creazione alloggi sociali per giovani coppie, single, studenti e anziani, e spazi multifunzionali al servizio della città. L’accordo prevede il coinvolgimento dell’Ordine degli Architetti per la redazione di un concorso internazionale di progettazione.

Investire nello sport come leva sociale e generatore di turismo sostenibile:

  • San Cataldo è stata tappa e meta di manifestazioni sportive di rilevanza nazionale e internazionale: ha ospitato la IV tappa del Campionato Zonale di Vela Classe Laser della FIV – Federazione Italiana Vela; la prima tappa del campionato italiano di Beach Volley 2018 organizzato dalla Federazione Italia Pallavolo e trasmessa in diretta su Eurosport; il campionato italiano di frisbee free style; la quarta tappa del campionato regionale Surfing Fisw di Sup Racing e Paddleboard; l’Inter Summer Games, in occasione della partita Inter Olympique Lione;  al Parco di Rauccio a partire dal maggio 2018 è opera Parkrun Italia: un gruppo di volontari, accoglie i podisti e cronometra le corse per condividere l’iniziativa.
  • La città ha investito risorse e attrezzature per ospitare grandi eventi sportivi:  MI Games in Piazza Libertini, la più importante manifestazione di sport da strada in Italia; a gennaio 2019 il Via del Mare ha ospitato il match Italia-Galles, una delle 3 tappe del Sei Nazioni femminile di Rugby; a maggio 2019 a Lecce si svolgerà il Campionato Nazionale di Scherma Cadetti e Giovani. Sono attesi 504 schermidori, una presenza di circa 3000 persone al seguito e sono già stati prenotati circa 6000 pernotti nelle strutture ricettive cittadine; Maratona del barocco 2017 e 2018 e Corri a Lecce 2018: migliaia di podisti provenienti da numerose regioni d’Italia hanno attraversato la città, raggiunto la costa e tagliato il traguardo in Piazza Sant’Oronzo. A giugno del 2019 si svolgerà a San Cataldo, per la prima volta in Puglia,  la III Tappa del Campionato Nazionale Classe Laser Master.