Rigenerare la città per dare nuova vita ai quartieri Ferrovia, San Pio e Borgo Pace

Il futuro pone alla nostra città sfide urbanistiche che affronteremo con il nuovo Piano Urbanistico Generale. Tra queste c’è la rigenerazione del quartiere Ferrovia, che oggi è interessato da un’opera che inciderà in modo determinante su quest’area: il ribaltamento della stazione ferroviaria. Serve un ripensamento di edifici e spazi vuoti lungo la ferrovia, tra i binari e le vie Don Bosco e di Ussano.

Serve rivedere la vocazione di un quartiere che per lunghi anni ha fatto della presenza della stazione ferroviaria la sua più importante cifra identitaria. Il nuovo quartiere Ferrovia potrà rigenerarsi attraverso il potenziamento della funzione residenziale, prestando attenzione alla vocazione residenziale per studenti che è già presente. Ci sarà bisogno di edifici multifunzionali per nuove manifatture, di potenziarle la ricettività turistica, dare spazio allo sport e puntare sul piccolo commercio per rivitalizzarlo. Immaginiamo un parco tra via Diaz a via San Cesario, teste di ingresso alla città, con parcheggi di interscambio.

La rigenerazione di immobili dismessi, in collaborazione con i privati, servirà a risolvere alcune delle criticità urbanistiche che caratterizzano San Pio e Borgo Pace. Questi quartieri saranno tra gli ambiti di rigenerazione prioritari per i prossimi interventi urbanistici in città. Qui l’abbandono di ex edifici industriali, di proprietà privata, pone un tema sfidante: lo affronteremo attraverso incentivi per il riuso degli edifici dismessi, con bonus e cambi di destinazione d’uso compatibili con gli obiettivi di rigenerazione che ci assegniamo. Agevoleremo gli investimenti privati per dare valore ad immobili oggi abbandonati che vogliamo diventino funzionali alla rigenerazione dei quartieri in cui sorgono.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Notizie Correlate